I colori del sale

Rosa dell’Himalaya, blu di Persia, affumicato di Yakima… di sale ne esistono tantissimi tipi! Colore, trasparenza e sapore cambiano a seconda della composizione chimica e del luogo di estrazione.

A seconda degli elementi che lo caratterizzano e delle loro proprietà, il sale può essere utilizzato per preparazioni diverse in cucina. Il Sale Hiwa Kai Nero delle Hawaii, per esempio, è colmo di carbone vegetale, una sostanza vegetale che conferisce il tipico colore grigio scuro. Questo sale ha proprietà depurative, aiuta la digestione ed è perfetto con il pesce!

Per i palati più raffinati c’è il sale di Camargue, che si forma solo in determinate condizioni climatiche di questa zona della Francia. Per il suo sapore delicato è il sale preferito dagli chef di tutto il mondo. Il sale grigio di Bretagna, ricco di argilla, è invece indicato per insaporire pietanze a base di verdure. In Rete puoi fare una ricerca sui tipi di sale, con la raccomandazione che con questo alimento non bisogna mai esagerare!