Le frazioni

La cucina è un ambiente ricchissimo di opportunità per far scoprire ai bambini il concetto di frazione!

Ecco alcuni spunti giocosi. Ahi ahi!!!! Non abbiamo tenuto conto della data di scadenza sull’etichetta della scatola della pasta. Sono tantissimi ditaloni rigati!  Ricicliamoli per fare “gioielli” colorati da regalare alla mamma. Ma attenzione! Nel frattempo impareremo le frazioni!

La frazione e il braccialetto bicolore

In una scatola da scarpe realizziamo due spazi identici inserendo in diagonale una striscia di cartoncino così siamo sicuri che gli spazi sono proprio UGUALIDividiamo la pasta inserendo nei due spazi un numero UGUALE di ditaloni.

Ora dipingiamo con le tempere gialle la pasta contenuta in 1 spazio. I ditaloni nell’altro spazio della scatola li lasceremo così, senza colorarli.

Facciamo riflettere i bambini che i ditaloni gialli sono UNA PARTE delle DUE parti UGUALI in cui avevamo diviso la pasta. In matematica si dice 1 su 2 e si scrive 1 sopra la linea di frazione e due sotto la linea di frazione. Cioè, UN MEZZO!

Decidiamo la lunghezza del braccialetto: giusto giusto per il polso di mamma? Lungo tanto da fare due giri? A voi la scelta!

Infiliamo in uno spago in sequenze regolari che ci piacciono. Che bel braccialetto!

La frazione complementare e la lunga collana

Iniziamo a giocare, ma imparando! Dividiamo la scatola con dei cartoncini: incrociandone due in diagonale avremo 4 spazi UGUALI!

Dividiamo i ditaloni nei quattro spazi in numero UGUALE. Decidiamo di colorare con tre colori diversi la pasta contenuta rispettivamente in 3 spazi e lasciamo al naturale la pasta in uno spazio.

Osserviamo che la pasta colorata rappresenta 3 parti sulle 4 parti in cui è divisa la pasta. In matematica scriviamo la frazione 3 su (linea di frazione) 4.

La pasta lasciata al naturale è 1 parte sulle 4 iniziali, quindi in matematica 1 su (linea di frazione) 4. Questa parte ci servirà per completare la collana. Ecco a voi la frazione complementare!

Ora, esercitiamoci inventandoci altri giochi per capire sempre di più e meglio la frazione complementare! A voi la scelta…

 

Dopo esservi esercitati, qual è “il trucco” per capire al meglio le frazioni?

La differenza fra dividere e FRAZIONARE è che la frazione divide in parti UGUALI!

Prendiamo per esempio una bella focaccia rettangolare, una golosa crostata alla frutta, oppure…quello che più vi piace!

Immaginate che tutte le persone che vogliono mangiarle siano ugualmente golose. È giusto perciò che tutti mangino la stessa identica porzione, per non fare torto a nessuno!

Per porzionare in PARTI UGUALI la focaccia e la crostata prendiamo un foglio di carta la cui forma e grandezza corrisponda perfettamente a loro!

Pieghiamo il foglio a metà, poi un’altra volta, un’altra volta ancora e così via! In questo modo avremo la misura esatta delle porzioni che vogliamo ottenere per la focaccia e la crostata.

Ora che abbiamo capito sbizzarriamoci in cucina per scoprire quanti giochi con le frazioni possiamo fare. Sul quaderno di matematica poi, al ritorno in classe, confrontiamo i nostri giochi e scriviamoli con il linguaggio della matematica.

Regolette!

Per calcolare la frazione: il numero scritto sopra la linea (il cosiddetto numeratore) diviso (la cosiddetta linea di frazione) il numero scritto sotto la linea (il cosiddetto denominatore).

Il numeratore  sono le parti che ho preso. Il denominatore sono tutte le parti che erano disponibili all’inizio.

Per calcolare la frazione complementare: il numero che indica le parti che sono RIMASTE (deve essere scritto al posto del numeratore – quindi sopra la linea) diviso le parti che erano disponibili all’inizio (deve essere scritto al posto del denominatore).